24 Oct 2020 16:00:24
Fertilità

Uno studio rivela: lo stress provoca infertilità

img

Lo stress psicologico è nocivo per la fertilità delle donne. È quanto è emerso da uno studio americano condotto su un campione di coppie selezionate tra la popolazione generale. I ricercatori della Boston University School of Public Health hanno seguito 4.769 donne e 1.272 uomini, tutti accomunati dal fatto di aver tentato di avere un figlio, senza però riuscirci.

Lo studio, i cui risultati sono stati pubblicati sull’American Journal of Epidemiology, ha mostrato che le donne con un punteggio di PSS (“livello di stress autopercepito”) superiore a 25 avevano una probabilità di rimanere incinte inferiore del 13% rispetto alle donne con un punteggio PSS minore di 10. Il dato è risultato particolarmente significativo per le donne al di sotto dei 35 anni di età. Il livello di stress autopercepito è stato calcolato tramite interviste individuali.

“Questo studio fornisce prove a sostegno della necessità di integrazione dell’assistenza sanitaria mentale nell’orientamento e nella cura delle coppie con problemi di infertilità” ha detto Amelia Wesselink, autrice principale della ricerca, che sottolinea anche come la connessione tra infertilità e stress psicologico sia stata dimostrata solo attraverso le statistiche relative al campione esaminato, mentre non esiste ancora una prova scientifica definitiva di questa correlazione.

Non è stata riscontrata invece alcune associazione tra il livello di stress percepito dagli uomini e la probabilità di concepimento. I ricercatori hanno tuttavia notato che le coppie formate da un uomo con PSS basso e una donna con PSS alto avevano il 25% in meno di probabilità di concepire. Questo risultato suggerisce una correlazione tra la probabilità dia vere figli e la “discordanza di stress” tra i potenziali genitori.