28 Oct 2020 12:16:06
Medicina

Al via la settimana dell'allattamento al seno

img

Le nonne, prima ancora dei medici e pediatri, lo hanno sempre sostenuto: l’allattamento esclusivo al seno nei primi anni di vita ha un valore inestimabile, tanto che questa dal 1 ottobre sarà la settimana dedicata. La Campagna Mondiale della Sam (Settimana Mondiale per l'Allattamento Materno) si ripete ogni anno dal 1992 nella prima settimana di ottobre per porre l'attenzione su vari argomenti legati all'allattamento al seno, affinché sia protetto, promosso e sostenuto nel modo adeguato e corretto.

Consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e dall’Unicef per una migliore salute dei bambini, l’allattamento esclusivo per i primi sei mesi di vita e seguito da un allattamento complementare nel periodo successivo ha un elenco di benefici notevole sia per la mamma che per il bambino: aumenta le difese immunitarie del bambino, fornendogli anticorpi, la composizione del latte cambia nel tempo, secondo le esigenze fisiche che il bebè sviluppa di mese in mese, allattare al seno previene malattie nel bambino come diarrea, otite, rinofaringite, bronchiolite e altri disturbi gastrointestinali o respiratori, facilita la digestione del bebè, crea un forte legame con la madre, sono solo alcuni dei vantaggi, mentre per la mamma, allattare al seno fa  dimagrire dopo il parto, riduce l'incidenza di cancro alle ovaie e al seno, provoca il rilascio di endorfine, l'ormone del benessere che aiuta a contrastare disturbi frequenti dopo il parto, come la depressione post partum, o anche la semplice stanchezza e spossatezza, riduce il rischio di contrarre il diabete prima della menopausa, solo per citarne alcuni. Numerose sono le iniziative sul territorio, da Nord al Sud in diverse Regioni d'Italia, lo scopo è aiutare il passaggio dall'allattamento esclusivo all'allattamento abbinato a cibi consumati insieme al resto della famiglia, nel modo più salutare possibile.