25 Oct 2020 20:47:40
Gravidanza

Dieta in gravidanza: nuovi studi sugli alimenti che stimolano la crescita del bambino

img

Assumere olio di pesce durante la gravidanza può influire positivamente sulla crescita del bambino e favorire l’incremento del suo peso corporeo. Lo sostengono i ricercatori dell’Università di Copenaghen, che nel loro studio hanno seguito 736 donne incinte, dalla ventiquattresima settimana di  gravidanza fino a una settimana dopo il parto. Nel corso di questo periodo, alcune di queste donne hanno assunto integratori all’olio di pesce, altre all’olio d’oliva. I loro figli sono stati sottoposti a 11 controlli, dalla nascita fino al sesto anno di vita.

“La composizione corporea all'età di 6 anni nei bambini le cui madri avevano assunto integratori di olio di pesce risultava essere caratterizzata da un aumento proporzionale della massa magra, ossea e grassa, suggerendo un generale effetto stimolante della crescita” hanno affermato i ricercatori danesi, guidati dal Dr. Hans Bisgaard.

Lo studio ha messo in luce il fatto che l'esposizione in utero agli acidi grassi polinsaturi contenuti nel pesce possa avere un profondo effetto sul feto, con conseguenze che possono protrarsi nel corso dell’infanzia.

“L’assunzione di olio di pesce in gravidanza ha un impatto sulla massa muscolare e ossea del bambino” ha detto la Dr. Jennifer Wu, ginecologa presso il Lenox Hill Hospital di New York. “Benché tali bambini mostrino una massa maggiore, non vanno incontro a un rischio maggiore di obesità”.

"La dieta durante la gravidanza e l'infanzia è un fattore determinante per lo sviluppo e la salute dei bambini” ha spiegato il Dr. Bisgaard. “In particolare, l'assunzione di pesce contenente acidi grassi polinsaturi a catena lunga n-3 (LCPUFA) è importante per uno sviluppo adeguato".